Significato e Definizione di Carta di Credito

La carta di credito è uno strumento finanziario rilasciato da una banca oppure da un istituto finanziario che permette di realizzare movimenti in Italia o all’estero tramite un circuito internazionale di pagamenti in rete.

Gli usi più frequenti della carta di credito infatti sono i pagamenti in esercizi commerciali, le prenotazioni o acquisti a distanza e il prelievo agli sportelli automatici.
Con la carta di credito la banca o società finanziaria mette a disposizione del titolare una somma determinata di denaro che può essere utilizzata liberamente e che si dovrà rimborsare in una o più soluzioni.
Uno dei principali vantaggi della carta di credito è il fatto che l’addebito dell’importo usato sul conto corrente del titolare non è immediato ma avviene il mese successivo a quello dell’acquisto.

Inoltre, la carta di credito consente ai titolari di realizzare acquisti all’estero senza costi aggiuntivi oppure non portare con sé molto denaro contante, così da non rischiare ne subire furti o inconvenienti del genere.
Per quel che riguarda la sicurezza e la privacy nelle carte di credito, sono molte le persone che pensano che si tratta di strumenti poco sicuri ma non è così per diversi motivi. I soldi in contanti possono essere rubati o perduti mentre la carta di credito offre alcune garanzie che rendono impossibile il suo utilizzo a terze persone: ad esempio l’inserimento di un codice per prelevare o il fatto di dover presentare una carta d’identità quando si realizzano pagamenti in attività commerciali.

Inoltre, esistono altri servizi per aumentare la sicurezza delle carte di credito come la possibilità di ricevere un sms ogni volta che viene utilizzata per prelievi o pagamenti.

Esistono due categorie diverse di carta di credito, quella più comune è la carta di credito “a saldo” che rilasciano le banche quando si apre un conto corrente. Questa carta permette posticipare l’addebito per l’uso della carta sul conto corrente senza costi aggiuntivi, in questo modo tutte le operazioni realizzate con la carta di credito durante un mese vengono pagate in un’unica soluzione il mese successivo.
La seconda tipologia di carta di credito sono le carte revolving. Quest’ultima consente di rateizzare il pagamento per l’uso della carta. Questa rateizzazione però implica dei costi aggiuntivi corrispondenti ad interessi prestabiliti nel contratto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *