Forex e Price Action – Pin Bar

Il trading non è altro che cercare di entrare in posizione con le probabilità a nostro favore…ebbene si, il mercato in realtà è imprevedibile, tutto ciò che possiamo fare è spostare le probabilità il più possibile dalla nostra parte, cercando di limitare le perdite e lasciar correre i guadagni.

C’è chi dice che anche entrando in posizione a caso, saremmo vincenti circa la metà delle volte dopo una serie di trades, esattamente come con il lancio di una monetina, e c’è chi dice che con un buon Money Management, già questa strategia potrebbe essere vincente… si ma…con quale drawdown??
Come trader abbiamo bisogno di qualcosa che sposti le probabilità a nostro favore, per migliorare quel 50% tipico della casualità.

Ed ecco che entra in gioco il Price Action, ovverosia il comportamento dei prezzi che va a formare alcuni pattern di prezzo, riconoscibili da molti traders, utilizzati da molti traders, e per questo validi strumenti di trading.
Va subito precisato che niente nel trading da il 100% di operazioni positive, e questo vale anche per il Price Action.
Certo è però che le probabilità si spostano nettamente a nostro favore.

Cominciamo parlando di quella che viene chiamata Pin Bar (da “Pinocchio” perchè la candela ha un naso lungo che mente rispetto alla direzione del prezzo), ma la troverete definita anche come Hammer (rialzista) e Shooting Star(ribassista), che non è altro che un pattern formato da una sola candela che ha delle caratteristiche tecniche specifiche.

La caratteristicha della Pin Bar è quella di avere un corpo molto piccolo e una shadow molto lunga.
La Pin Bar tecnicamente perfetta dovrebbe avere la shadow lunga almeno il doppio rispetto al corpo, e il corpo stesso dovrebbe trovarsi all’interno della candela che la precede, ancora meglio se il corpo è di segno opposto, quindi ad esempio: candela precedente rossa e Pin Bar verde, o al contrario per la versione ribassista, candela precedente verde e Pin Bar rossa.
Come è evidente dall’immagine la Pin Bar è un ottimo pattern di inversione del trend, quasi sempre segnala che il mercato è pronto a girare.
Ma attenzione, ora va fatta una distinzione fondamentale.
La prima Pin Bar sul grafico è realmente di inversione, cioè inverte il trend di medio periodo da ribassista a rialzista.
Le altre Pin Bar sono invece di continuazione del trend di medio, e invertono soltanto il trend di breve periodo.
Queste ultime, quelle di continuazione, sono in assoluto le migliori, sono tra le opportunità di trading col Price Action con altissima probabilità di successo.
Diciamo che su time frame daily si può arrivare a più dell’80% di successi.

Ma attenzione anche a questo particolare…non tutte le candele con una shadow lunga sono Pin Bar, la shadow deve necessariamente trovarsi fuori dal “traffico” delle candele precedenti, deve uscire rispetto alle altre candele, ed essere evidente, inoltre non ci dovrebbe essere alcuna shadow dall’altro lato, o comunque dovrebbe essere molto piccola, insomma…la shadow dovrebbe trovarsi solo da un lato.
Ma cerchiamo di capire meglio cosa significa una Pin Bar.
Significa che durante quella seduta di trading, gli operatori hanno cercato di spingere il mercato in una direzione, ma non ci sono riusciti perchè sono subentrati altri operatori che hanno spinto più forte nella direzione opposta, creando quindi la lunga shadow, per questo il segnale è di inversione.

Non solo la forma della candela è importante, ma altrettanto importante è la posizione, infatti per acquistare validità la Pin Bar deve trovarsi in corrispondenza o nelle vicinanze di un supporto (rialzista) o di una resistenza (ribassista).
Nell’immagine le prime 3 Pin Bar sono le migliori perchè sono vicine a supporti di lungo periodo quindi molto solidi.

Ed ecco come andrebbe tradata una Pin Bar.
Una volta che la candela si è formata si può gestire in diversi modi, il più semplice è piazzare un ordine pendente quando il massimo della candela viene violato (per un hammer) o il minimo della candela viene violato (per una shooting star), e piazzare lo stoploss pochi pips sotto il minimo o sopra il massimo della candela stessa.

Un metodo alternativo consiste nell’attendere un ritracciamento del prezzo fino più o meno al 50% della Pin Bar per poi entrare in posizione con uno stop più piccolo, sempre piazzato sotto il minimo o sopra il massimo.
Questo secondo metodo migliora il rapporto risk/reward ma c’è da dire che spesso il prezzo non ritraccia, o non ritraccia fino al 50% della candela, e spesso se il prezzo ritraccia è segnale anche di debolezza, con più probabilità di essere stoppati.

Credo che, appena possibile, realizzerò un video proprio relativo al trading delle Pin Bar, dove tutto risulterà molto più chiaro.

Se nel frattempo qualcuno avesse dubbi potete tranquillamente usare i commenti sotto agli articoli per scrivere la vostra, mi piacerebbe che questo blog diventasse anche un luogo di discussione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *