Come Ottenere Prestiti per Casalinghe

Quelli trattati in questa guida, i prestiti per casalinghe sono una forma atipica di prestito e proprio a causa di questa loro atipicità sono offerti solo da un limitato numero di banche e istituti di credito.

I prestiti per casalinghe sono finanziamenti di importo piuttosto ridotto che vengono concessi alle appartenenti a tale categoria secondo determinate condizioni:

Nel caso in cui la richiedente abbia un regolare lavoro extra a quello domestico (sia esso full time o part time), sono previsti da parte degli istituti di credito dei prestiti personali veri e propri.
Nel caso in cui la richiedente non disponga invece di un reddito personale dimostrabile, si rende necessaria la presenza di un garante.
Le modalità di rimborso di tali prestiti, pensati proprio per la categoria prevedono rimborsi più elastici rispetto ai finanziamenti tradizionali.

Esiste poi un terzo caso rappresentato da una richiesta particolarmente bassa di denaro (solitamente inferiore ai 1500 euro) nel quale le banche o gli istituti di credito mettono a disposizione del soggetto richiedente una carta revolving che mette a disposizione immediata la liquidità saltando la comune fase di istruttoria e presentazione delle garanzie.

Sono esclusi dalla richiesta di prestiti casalinghe i cattivi pagatori, i pignorati e i protestati.

Questa tipologia di prestiti personali è spesso richiesta per l’acquisto di elettrodomestici per la propria abitazione, come ad esempio un frigorifero, una macchina da cucire, un televisore ecc…

I prestiti per casalinghe rientrano nella categoria dei prestiti atipici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *